Come funziona il processo di zincatura

La zincatura è una tecnologia rivoluzionaria nel campo della metallurgia, essenziale per l’utilizzo del metallo in contesti strutturali esposti a agenti corrosivi come acqua e sostanze chimiche. Originariamente sviluppata alla fine del 1800 con la zincatura a caldo, oggi, grazie all’evoluzione tecnologica, esistono metodi di zincatura sia a caldo che a freddo. In questo articolo, esploreremo le caratteristiche uniche della zincatura a freddo, un processo che si distingue per la sua efficacia e flessibilità.

Cos’è la Zincatura a Freddo?

La zincatura a freddo rappresenta una forma specifica di trattamento galvanizzante che sfrutta le proprietà elettrochimiche e di barriera dello zinco, applicato senza il surriscaldamento del metallo. Questo metodo è particolarmente vantaggioso in ambienti umidi e freddi, dove è necessaria una protezione immediata contro la corrosione.

I Segreti della Zincatura a Freddo

La zincatura a freddo può essere eseguita attraverso due processi principali. Il primo, simile a un trattamento di verniciatura, prevede l’applicazione di una vernice arricchita con zinco. Questo processo non è elettrolitico e si basa sull’uso di resine speciali che contengono un’alta percentuale di zinco. Prima dell’applicazione, è essenziale preparare la superficie metallica rimuovendo imperfezioni e residui di vernice, questo passaggio fondamentale viene definito sabbiatura.
La vernice può essere applicata tramite immersione o spruzzatura, creando uno strato uniforme che protegge il metallo dalla corrosione.

Il nostro processo di zincatura

Nel nostro processo di zincatura, impieghiamo una metodologia di spruzzo altamente specializzata, essenziale nella protezione dei metalli da agenti esterni. Questo processo si basa sull’utilizzo di zinco puro al 99.9%, che viene fuso e nebulizzato su superfici metalliche per garantire un rivestimento ottimale.

La procedura inizia con la preparazione dello zinco, che viene trasformato in polvere fine per consentirne l’applicazione precisa e uniforme. Utilizziamo una pistola professionale ad arco elettrico e ad alta pressione, dotata di un dispositivo di fusione e polverizzazione, nonché un sistema di alimentazione dello zinco. La polverizzazione avviene tramite l’impiego di aria secca e disoleata, a una pressione variabile tra 0.27 e 0.54 MPa, per assicurare che le particelle di zinco si distribuiscano in modo omogeneo sulla superficie da trattare. Una volta proiettato contro il metallo, lo zinco si solidifica rapidamente, aderendo saldamente alla superficie.

Ci avvaliamo di zinco sotto forma di filo, con un diametro che varia da 1.5 a 5 mm, per assicurare che il rivestimento sia sia fine che resistente. Grazie alla zincatura a spruzzo, le superfici trattate non solo acquistano un aspetto più brillante e attraente, ma beneficiano anche di un incremento significativo in termini di efficienza e durata. Il risultato è una protezione duratura che mantiene i metalli in condizioni ottimali, proprio come se fossero appena stati creati.

Questo processo, parte fondamentale del nostro approccio alla zincatura, riflette il nostro impegno verso l’innovazione e la qualità, garantendo ai nostri clienti risultati eccellenti e duraturi.

Vantaggi della Zincatura a Freddo

  • Resistenza agli Agenti Corrosivi: La zincatura a freddo crea un effetto barriera e una protezione catodica simile a quella del processo a caldo, isolando il metallo dalla corrosione galvanica.
  • Applicabilità su Lamiere Sottili: Questo processo non richiede il surriscaldamento del metallo, rendendolo ideale per lamiere sottili senza rischio di deformazione.
  • Durata nel Tempo: lo spessore dello strato creato dalla zincatura a freddo è diverso rispetto a quello a caldo e offre un’alta efficacia anticorrosiva.

Altri processi di Zincatura a Freddo

La zincatura a freddo si distingue nettamente dagli altri metodi di zincatura, in quanto si avvale di un processo che si assimila a una verniciatura.

Esistono inoltre altre tecniche di trattamento a freddo, come la zincatura elettrolitica o “galvanica”.

A differenza della zincatura a freddo realizzata mediante verniciatura, questo metodo non richiede l’uso di resine sintetiche. La zincatura elettrolitica avviene immergendo i manufatti in bagni acidi o alcalini attraversati da corrente elettrica, permettendo così l’elettrodeposizione dello zinco attraverso correnti galvaniche.

Conclusioni

La zincatura a freddo è una tecnica versatile e efficace, particolarmente adatta a situazioni in cui non è possibile utilizzare trattamenti elettrolitici. Offre una protezione duratura contro la corrosione in una varietà di ambienti, rendendola una scelta eccellente per molteplici applicazioni industriali.
Oltre ad essere efficace per la protezione dei metalli, specialmente in condizioni ambientali difficil, il nostro approccio, insieme alle varie metodologie di zincatura a freddo, evidenzia la flessibilità e l’efficacia di questa tecnica nel proteggere i metalli dalla corrosione e migliorarne l’estetica.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *